La Cavalcata di sant'Oronzo

In onore del santo protettore di Ostuni

Pagina 1 di 3 - pagg. 1 2 3                 Guarda il filmato: BREVE  o  COMPLETO                Consulenza storica a cura del Prof. Luigi Greco
• Un CLICK sulle FOTO per ingrandirle e uno per chiuderle •
La cavalcata di sant'Oronzo è la festa più attesa e importante di Ostuni. Ogni anno il 25, 26 e 27 di agosto, sono giorni dedicati al santo: un corteo di cavalli e cavalieri bardati a festa, sfila per le vie cittadine a scorta del protettore della città. Le origini della cavalcata erano incerte fino a pochi anni addietro. Si possono oggi far risalire, con buon margine di sicurezza, alla seconda metà del diciassettesimo secolo, precisamente al 1657. La peste invase il Salento risparmiando Ostuni ed altre città di Terra d'Otranto. Il miracolo venne attribuito a sant'Oronzo ed ogni 26 agosto gli ostunesi vollero recarsi in processione al santuario eretto in suo onore. Lì prelevavano la statua in cartapesta raffigurante il santo, e la portavano a spalla nella piazza del paese. Spesso gli addobbi sono tramandati di generazione in generazione così come i gesti e i piccoli indispensabili segreti. L'intero nucleo familiare si dedica alla vestizione, spesso aiutato da parenti e amici. Uno degli addobbi più importanti, è costituito dal bellissimo mantello arabescato con centinaia di paillettes applicate una ad una con certosina pazienza. La vestizione continua con finimenti e fregi di vario tipo e grandezza. Anche il cavaliere indossa l'uniforme costituita dal chepì e da una casacca che ricordano i motivi del mantello del cavallo e da pantaloni bianchi. La vestizione del cavaliere è anch'essa molto accurata e ricorda per certi aspetti, quella del torero. Gli ultimi dettagli, i guanti bianchi, il frustino ed ecco cavallo e cavaliere diventare un'unica entità. Il nostro cavaliere con la sua cavalcatura, si avvia come tutti gli altri, verso il punto di incontro, piazza Cattedrale, inerpicandosi lungo l'omonima salita. Una volta arrivati in piazza cattedrale, cavalli e cavalieri attendono che la statua di sant'Oronzo venga portata fuori dalla chiesa madre. Continua a pag. 2




La statua in argento di sant'Oronzo
La statua in argento di sant'Oronzo

La statua in argento di sant'Oronzo

Un cavaliere a scorta del simulacro
Un cavaliere a scorta del simulacro

Un cavaliere a scorta del simulacro

Cavallo e cavaliere con le bardature arabescate
Cavallo e cavaliere con le bardature arabescate

Cavallo e cavaliere con le bardature arabescate

La mantiglia del cavallo
La mantiglia del cavallo

La mantiglia del cavallo

La vestizione del cavaliere
La vestizione del cavaliere ricorda quella del torero

La vestizione del cavaliere

La statua all'uscita dalla Cattedrale
La statua all'uscita dalla Cattedrale

La statua all'uscita dalla Cattedrale


Su